diabete effetti psicologici
Diabete effetti psicologici e vissuti emotivi
18 Aprile 2019
Gestione delle emozioni
Gestione delle emozioni e motivazione nel diabete: come fare?
25 Aprile 2019
Mostra tutto

Diabete conseguenze psicologiche ed emozioni

Diabete conseguenze psicologiche

Diabete conseguenze psicologiche

Diabete conseguenze psicologiche

Diabete conseguenze psicologiche

Diabete conseguenze psicologiche ed emozioni

Senso di colpa

Il senso di colpa è definito come un doloroso sentimento di disistima di sé, accompagnato solitamente da un sentimento empatico verso una persona sofferente, combinato con la coscienza di essere la causa di quella sofferenza (Spazio psicologia)

Il senso di colpa è un’emozione che a volte può insorgere dopo che viene diagnosticata una malattia fisica cronica come il diabete, soprattutto a causa della pressione sociale e mediatica che li spinge a compiere, loro malgrado, scelte di vita e stili alimentari fatti di eccessi e trasgressioni.

Il senso di colpa in un diabetico, inoltre, può condurlo anche sentirsi “sbagliato”, “diverso” e per questo motivo può arrivare a pensare di meritare la malattia.

Anche in questo caso la consapevolezza è fondamentale per capire che, in realtà, non si ha nessuna colpa per ciò che è accaduto, al contrario, con una buona dose di accettazione e pazienza, si può condurre na vita del tutto normale.

Diabete conseguenze psicologiche: depressione

Secondo recenti ricerche condotte su un ampio campione di pazienti nel mondo, le persone a cui viene diagnosticato un problema di salute fisica cronico come il diabete ha una probabilità  3 volte più alta di sperimentare vissuti depressivi.

La depressione può avere un grave impatto sul benessere di una persona e sulle sue capacità motivazionali (provocando, spesso, incuria e trascuratezza)

Il vissuto emotivo della depressione include:

  • Tristezza o ansia persistente, una sensazione di vuoto
  • Una sensazione di disperazione e negatività
  • Sentirsi impotente a cambiare la propria situazione
  • Perdita di interesse in attività o piaceri
  • Minore energia e maggiore affaticamento
  • Insonnia o sonno eccessivo
  • Problemi di concentrazione, problemi di memoria e indecisione
  • Pensieri di morte o sul suicidio
  • Variazione di peso e diminuzione o aumento dell’appetito

Burnout

È un rischio concreto che si possa arrivare ad un punto in cui si comincia a detestare la propria condizione e si arrivi quindi al rifiuto totale della malattia stessa.

Il motivo per il quale il diabetico potrebbe incappare in un burnout sono l’eccessiva cura nella dieta, nello stile di vita e nelle abitudini giornaliere.

Esso si manifesta con un totale disinteresse della persona per i propri livelli di zucchero nel sangue e può succedere che ciò porti anche a saltare appuntamenti dal medico, evitare o prestare poca attenzione rispetto  all’assunzione di farmaci e a trascurare la propria dieta.

L’intento di chi mette in atto una condotta così sconsiderata è quello di guadagnarsi uno spiraglio di libertà, lottando contro regole che gli vengono imposte dalla sua sfortunata condizione che ormai è diventata così frustrante al punto tale da portare l’individuo all’esaurimento.

Sebbene sia comprensibile, è una pratica da disincentivare a tutti i costi perché il diabetico potrebbe soffrire molto a seguito delle sue inadempienze in campo medico e alimentare.

Ma cosa sta alla base di questo vero e proprio esaurimento? Uno dei fattori principali è sicuramente lo stress.

Diabete conseguenze psicologiche: stress

È una risposta a-specifica del nostro organismo a qualsiasi richiesta che ci impegni nel fare qualcosa o preoccuparci per una certa situazione.

In determinate situazioni può essere utile, perché ci prepara fisicamente e ci consente di focalizzare l’attenzione su ciò che stiamo per fare e in questo caso si parla di eustress.

Diversamente, se il livello di stress diventa intenso o perdura a lungo nel tempo, può essere molto dannoso per la salute dell’individuo (distress).

Nel caso specifico dei diabetici bisogna considerare che lo stress ha anche un effetto sul livello di zucchero nel sangue.

I diabetici, inoltre, come tutti i malati cronici, hanno una probabilità più alta -rispetto a chi gode di buona salute- di sperimentare alti livelli di stress.

Se sei diabetico, un modo efficace per capire se sei stressato, è quello di valutare d 1 a 10  il tuo livello di stress ogni volta che misura la glicemia. Questo valore, comparato con i livelli di glucosio, ti permetterà di valutare se lo stress influenza il tuo stato di salute e, perchè no, per iniziare a trovare delle tecniche di gestione dello stress (vedi la mindfulness)

Per approfondire leggi

Diabete effetti psicologici e vissuti emotivi

 

 

Seguimi:

Dott.ssa Simona Lauri

Psicologa, Psicoterapeuta e Coach Alimentare at Benessere Pratico
Ideatrice del Training Alimentare Integrato, offre aiuto a chi è in lotta col cibo a ritrovare l’equilibrio.
Seguimi:

Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%


Richiedi un colloquio

Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR.

Dott.ssa Simona Lauri
Dott.ssa Simona Lauri
Psicologa, Psicoterapeuta e Coach Alimentare