Abbuffate compulsive come uscirne
Abbuffate compulsive come uscirne: 6 consigli
19 Giugno 2019
l'ossessione del cibo
L’ossessione del cibo: da dove nasce e come riconoscerla
13 Settembre 2019
Mostra tutto

Ossessione per il cibo: perchè diventa un chiodo fisso?

ossessione per il cibo

ossessione per il cibo

ossessione per il cibo

ossessione per il cibo

Ossessione per il cibo: quando la nostra mente non può far altro che pensare al cibo

Questo sì, quello no; questo è salutare, quello fa ingrassare…

Dopo l’estate tutti noi facciamo il buon proposito di iscriverci in palestra, di incominciare un nuovo corso di fitness per tenerci in forma e di iniziare quella famosa dieta tanto e spesso rimandata. Tutti noi ci siamo trovati di fronte a un periodo di restrizione alimentare in cui abbiamo deciso, spontaneamente o su indicazione dello specialista, di toglierci alcuni cibi ricchi di grassi o zuccheri.

Per quanto periodi di restrizioni alimentare facciamo parte della vita quotidiana di molte persone che stanno leggendo questo articolo, essa può divenire patologica quando sfocia in un’ossessione per ciò che si deve o non si deve mangiare ed è accompagnata dalla costante e intensa paura di ingrassare.

Il 45% delle donne è a dieta secondo la National Eating Disorders Association.  In media, pensiamo ai nostri corpi 8 volte al giorno. Circa l’80% delle donne è insoddisfatta del proprio aspetto e, quel che è peggio, il 40% impegnerà da 3 a 5 anni della propria vita per raggiungere obiettivi di perdita di peso.  Molte donne riportano segni di comportamenti alimentari disordinati, come il conteggio eccessivo delle calorie o l’allenamento intensivo solo per bruciare le calorie assunte, anche se non svilupperano mai un disturbo “completo” come l’anoressia o la bulimia

Il problema è che spesso c’è una linea sottile tra il mangiare sano per dimagrire e il diventare ossessionati con il cibo.

Ossessione per il cibo: perchè si è ossessionati dal cibo? 

Cosa guida l’ossessione per il cibo?  Cosa spinge le persone a impegnare il loro tempo e le loro energie a controllare ciò che mangiano?

Diverse ricerche hanno dimostrato che due sono le ragioni principali per cui chi soffre di disturbi alimentari sia anche ossessionato dal cibo.  

La prima è una ragione puramente biologica e adattiva: l’ossessione per il cibo è il modo che utilizza il cervello per ricordarci che abbiamo bisogno di mangiare. A tal proposito il fisiologo americano Ancel Keys, dopo la seconda guerra mondiale, ha esplorato gli effetti della fame e della ri-alimentazione per capire meglio come aiutare i superstiti dei campi di concentramento.  Keys ha scoperto che coloro che erano affamati erano diventati ossessionati dal cibo, sognavano e parlavano costantemente di cibo. Questi pensieri, inoltre, si attenuarono solo quando riguadagnarono grasso corporeo.

La seconda ragione per cui le persone con disturbi alimentari potrebbero essere ossessionate dal cibo è legata alla necessità di controllo che è spesso alla base dei disturbi alimentari. Per molti malati, infatti, controllare il loro modo di mangiare è un modo per sentire un po’ di padronanza in un mondo altrimenti emotivamente caotico. Molte persone con disturbi alimentari, inoltre, soffrono di bassa autostima: preparare il cibo ed essere abbastanza forti da non mangiarlo rafforza la loro autostima.

 

Il training alimentare integrato da me proposto, è in grado di fornire un bagaglio di strumenti utile a facilitare e consolidare nuovi e sani comportamenti alimentari.

Seguimi:

Dott.ssa Simona Lauri

Psicologa, Psicoterapeuta e Coach Alimentare at Benessere Pratico
Ideatrice del Training Alimentare Integrato, offre aiuto a chi è in lotta col cibo a ritrovare l’equilibrio.
Seguimi:

Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%


Richiedi un colloquio

Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR.

Dott.ssa Simona Lauri
Dott.ssa Simona Lauri
Psicologa, Psicoterapeuta e Coach Alimentare