flessibilità
Flessibilità con il metodo 80/20
10 Maggio 2019
non-riesco-a-dimagrire
Non riesco a dimagrire: quando gli altri ostacolano il tuo cambiamento!
5 Giugno 2019
Mostra tutto

Mangiare consapevolmente: un piccolo esperimento!

mangiare-consapevolmente

mangiare-consapevolmente

mangiare-consapevolmente

mangiare-consapevolmente

Mangiare consapevolmente: un piccolo esperimento!

Vuoi iniziare a mangiare consapevolmente? Prova a fare questo piccolo e divertente esperimento utilizzando tutti e cinque i sensi…

  1. L’effetto suono.

La croccantezza delle patatine fritte, o il suono del pacchetto in cui sono contenute, vengono creati di proposito dalle aziende produttrici per sedurci attraverso la fame delle orecchie. Esse, infatti, hanno ben compreso quanto il suono sia importante per stimolare curiosità e attrattiva verso il cibo.

Per soddisfare la fame delle orecchie, fermati e ascolta con apertura e curiosità genuina il suono del cibo mentre lo tocchi o lo mastichi. Per farlo, chiudi gli occhi e concentrati solo sul suono del cibo.

  1. Effetto occhi chiusi.

Provate a chiudere gli occhi mentre mangiate. Quando ci si priva di uno dei 5 sensi, ci si basa di più sugli altri. I partecipanti a un recente studio sono stati bendati mentre un altro gruppo, mangiava normalmente. Coloro che hanno mangiato al buio ha valutato il cibo come più piacevole e gustoso e hanno mangiato meno.

Quindi, prima di addentare un cibo, chiudi gli occhi per un attimo e sintonizzati con gli altri sensi.

  1. L’effetto odore.

E’ impossibile resistere all’odore del pane fresco o dei biscotti appena sfornati, vero? Nel corso di uno studio un gruppo di persone è stato sottoposto all’odore di biscotti al cocco. Le valutazioni iniziali del desiderio di dolcetti al cocco, erano elevate. Dopo una continua esposizione all’odore, invece, si assisteva ad una riduzione della voglia.

Per frenare il desiderio di mangiare anche quando non hai appetito, prova a respirare ripetutamente l’odoro del tuo cibo preferito.

  1. L’effetto del tocco.

Scartalo! In un recente studio che ha utilizzato i cioccolatini, i partecipanti che hanno dovuto scartare ogni singolo cioccolatino, hanno mangiato il 30 per cento in meno rispetto a quelli che avevano davanti a loro, cioccolatini già scartati.

Usare le mani per scartare il cibo fa la differenza perché è un gesto che si frappone nel mangiare in modo automatico.

Quindi, optate per cibi che vanno scartati e mentre lo fate…concentratevi sul gesto!

  1. Effetto assaporare.

Cosa rende più buono il gusto di un cibo, senza l’aggiunta di spezie o di zucchero? Basta prestarvi più attenzione. In uno studio finalizzato a valutare il modo in cui assaporiamo i cibi, le persone che si concentravano sui vari sapori dei piatti presentanti, piuttosto che distratti da altro, riuscivano ad apprezzare meglio i sapori del cibo e hanno anche mangiato meno. Per quale motivo? Semplicemente perché ha focalizzato l’attenzione esclusivamente sull’esperienza del mangiare!

Provate a vivere l’esercizio con un pizzico di leggerezza…per approfondire il tema del mangiare consapevole…guarda il mio video articolo sulla mindful eating.

Seguimi:

Dott.ssa Simona Lauri

Psicologa, Psicoterapeuta e Coach Alimentare at Benessere Pratico
Ideatrice del Training Alimentare Integrato, offre aiuto a chi è in lotta col cibo a ritrovare l’equilibrio.
Seguimi:

Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%


Richiedi un colloquio

Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR.

Dott.ssa Simona Lauri
Dott.ssa Simona Lauri
Psicologa, Psicoterapeuta e Coach Alimentare