Bulimia nervosa: cosa è e come fronteggiarla
13 Marzo 2019
Contare le calorie: 4 motivi per smettere
20 Marzo 2019
Mostra tutto

Dipendenza cellulare: piccoli consigli per “disintossicarsi”

dipendenza-cellulare

dipendenza-cellulare

dipendenza-cellulare

dipendenza-cellulare

Dipendenza cellulare: piccoli consigli per “disintossicarsi”

Negli ultimi anni si sta diffondendo la tendenza a fare periodi di disintossicazione digitale, periodo di tempo durante il quale una persona si astiene dall’utilizzare dispositivi elettronici come smartphone o computer e a vivere questi momenti come un’opportunità per ridurre lo stress o concentrarsi alle relazioni sociali nel mondo fisico”.

Devo ammettere che anche per me spesso è difficile staccare.

Dipendenza cellulare: cosa fare per iniziare a disintossicarsi dalle tecnologie?

Utilizzare la tecnologia per battere la tecnologia

Un consiglio prima di proseguire con i consigli successivi, è provare a farti un’idea del tempo effettivo che trascorri con le tecnologie. Esistono tante applicazioni che aiutano a tenere traccia del tempo trascorso on line. Bene, questo potrebbe essere il primo passo da fare per disintossicarsi

Dipendenza cellulare…disintossicazione digitale? Si a piccoli passi

Per alcune persone, stare anche soltanto un paio di minuti senza controllare lo smartphone o le e-mail è difficile. Per molti, questo gesto si è trasformato in riflesso, in abitudine radicata. Se fate parte di questa categoria di persone, quindi sono necessari “piccoli passi”. Imparate a disintossicarvi a piccoli passi. Iniziate dimostrando a voi stessi che potete stare per 15 minuti senza connessione. Col passare del tempo, aumentate il periodo di tempo senza smartphone (ad esempio, 30 minuti, 60 minuti, un paio di ore) Piano piano senza rendertene conto, costruirai delle nuove abitudini nella direzione del benessere e di una qualità di vita migliore.

Connessi…ma non sempre

a partire da quanto suggerito prima, Rispondi alle e-mail in momenti specifici della giornata Disattivate le notifiche push e stabilite dei momenti precisi della giornata in cui controllare la posta (09:00, 01:00, 16:00)

Ancora, per rieducarti gradualmente all’idea e alla condizione di non essere costantemente connesso e reperibile potrebbe essere utile, dunque, scegliere un particolare momento della giornata, nel corso della quale, decidere volontariamente di disconnettersi, o ancora, selezionare delle stanze, all’interno della propria casa, nelle quali non portarsi dietro palmari o pc, optando, invece, per altre attività (giocare con i propri figli, leggere un libro, ecc…).

Questa modalità, può essere utile, infatti, a prendere le giuste distanze dalla rete e a tollerare meglio l’eventuale assenza.

Non utilizzare lo smartphone o il tablet come una sveglia: Utilizzando una sveglia standard per svegliarti al mattino, in questo modo eviterai il gesto automatico di controllare la posta e i social. Per lo stesso motivo…indossa l’orologio da polso per controllare l’ora.

Impegnati in attività digitalmente incompatibili, riprendi vecchi o nuovi interessi o attività: prova a pensare ad attività che sono impossibili da conciliare con la tecnologia (ad esempio, jogging, nuoto, la meditazione, passeggiate all’aria aperta…) o andare in luoghi in cui la tecnologia viene visto di buon occhio (per esempio, luoghi di culto, corsi di yoga , etc.)

Godetevi il silenzio: Troppe persone non riescono ad apprezzare i momenti di vuoto e di silenzio, i quali, la maggior parte delle volte vengono letti sotto la luce della noia. Imparare ad apprezzare questi momenti, rileggendoli come utili per rigenerarsi, riflettere e riposare, può essere un buon modo per evitare di colmare i vuoti con lo smartphone.

 

Seguimi:

Dott.ssa Simona Lauri

Psicologa, Psicoterapeuta e Coach Alimentare at Benessere Pratico
Ideatrice del Training Alimentare Integrato, offre aiuto a chi è in lotta col cibo a ritrovare l’equilibrio.
Seguimi:

Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

100% 0% 0% 0% 0%


Richiedi un colloquio

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.

Dott.ssa Simona Lauri
Dott.ssa Simona Lauri
Psicologa, Psicoterapeuta e Coach Alimentare